Padovana nana

Si suppone che questa razza sia giunta nel padovano insieme a pellegrini provenienti dall’est Europa che, diretti verso i luoghi sacri della Cristianità, si sarebbero fermani in conventi della regione, lasciandovi in dono i particolari pennuti.

Cosa certa è che la padovana, grazie alle sua bellezza, resistenza apadovana nanal freddo e grazie alle caratteristiche produttive ebbe una rapida diffusione in tutta Europa (soprattutto Francia, Belgio e Olanda) ed in seguito ad incroci con razze locali, nacquero altre razze ciuffate come la Houdan, Crevecoeur e Olandese.

 

La padovana nana è a mio avviso, una delle razze avicole più belle esistenti ed è presente in svariate colorazioni.

Sono galline estremamente tranquille, docili, anche grazie alle presenza del ciuffo che ne limita parzialmente la vista, con buona produzione di uova di dimensioni medio piccole con guscio bianco candido.

Priva di cresta (tollerata la presenza di piccole escrescenze carnose) e bargigli, presenta folta barba e favoriti, orecchioni piccoli e nascosti dalla barba.

Il ciuffo nella femmina è sferico, grande, compatto e fermo con penne arrotondate e vaporose mentre nel gallo è pieno, globoso, con penne di forma più allungata.

Esiste anche la varietà a penna Arricciata  che conferisce all’animale un effetto “permanente”.